Solo con un po’ di impegno
e senza spendere 1 €uro

AIUTI

LA COSTRUZIONE DI UN OSPEDALE MODULARE

A GON-BOUSSOUGOU in BURKINA FASO

…  e la tua scuola

riceverà materiale scolastico!

Cerchiamo collaboratori

Telefona al 340 2289271

E’ partita all’inizio del 2013 dall’Istituto Torricelli di Maniago l’operazione Lattina solidale a sostegno di Progetto Susan per la costruzione del Laboratorio di analisi dell’Ospedale modulare di Gon – Boussoguou in Burkina Faso, dove è già attivo da oltre 1 anno il Centro maternità realizzato dalla stessa associazione.

Raccogli e porta a scuola

Se sei in provincia di Pordenone aderisci, raccogli le lattine e quando hai un buon quantitativo telefona allo 340 289271

Se abiti più lontano aderisci ugualmente ma cerca di raccogliere un quantitativo interessante prima del ritiro!

La raccolta è vincolata al fatto che le lattine vengano parzialmente schiacciate e che ogni ritiro rappresenti un volume di una certa importanza per evitare che i costi dell’operazione superino i ricavi.

Il ritiro e il riciclaggio sono effettuati da ditta autorizzata.

L’obbiettivo importante è coinvolgere quanti più soggetti possibili in una attività che non costa grande fatica ai singoli, solo un minimo di impegno,  ma che può dare un contributo interessante al progetto di Ospedale che Progetto Susan sta portando avanti in Burkina Faso.

materiale utile per la raccolta

Progetto Susan aderisce al CIAL Consorzio Italiano Imballaggi Alluminio

lattina solidale

ADESIONI

Rete raccolta lattine

 

  • Scuola primaria e secondaria di primo grado David Maria Turoldo di Montereale Valcellina
  • Scuola dell’infanzia di Casiacco
  • Scuola primaria Manzoni di Maniago Libero
  • Pizzeria Da Mario (Maniago)
  • Asd Gruppo Arcieri Maniago PUNTO DI RACCOLTA
  • Pizzeria da Franco (Meduno)
  • Alimentari da Cate (Cavasso Nuovo)
  • Pizzeria da Sabrina (Sequals)
  • Albergo Ristorante Belvedere (Sequals)
  • Ristorante Corte Morea (Lestans)
  • Harry’s Bar di Jin Xin (Travesio)
  • Bar Al Fogolar (Fanna)
  • Pizzeria da Mario (Maniago)
  • Bar Vanity (Plaino)
  • Ristorante Niù (Feletto Umberto)
  • Duomo di Udine e Chiesa di San Giacomo
  • Collaboratori (non in ordine di importanza):Carla Cecconi, Esther Galante, Monica Degan,  Mariarosa Peresson, Daniela Costantini, Amerigo Rosa, Roberta Pugnale e i volontari Unitalsi di Udine, Anna Amarillys Alzetta, Andrea del Duomo di Udine, Caterina Crovatto, Vittorino Osmieri, Eleonora Cinquepalmi, Donatella, Rita di Dardago, Giusy Lucco, Mariangela Crovato, Anna Spina,  Erika Molinaro, Alessandra (Casiacco e Travesio), Silvana di Pravisdomini,  Cristina Barazzutti, Monica Ampiano con Joseph Adams, Martina Del Toso, Alessandra Dario di Pordenone, Lorenza Del Tin Altier, Daniela Del Bianco, Caroline A. Cotout, Vittorio Avilla, Carla Sacchi, Pierangelo di Castions di Zoppola, Crina Cernea,  Iole Tonini, Lisetta Totis,  Germano Vallerugo, Maria Rita Del Toso, Clelia Pischiuti, Lorella Tajariol,  Francesco Moresco, Monica De Franceschi, Giacomo di Maniago, Maria Grazia Toneatti , Silvia Sciamanda, Gabriella Bottecchia, Gianna Travani, Fabio Passador e Lucia Ciot con UET Casa Mander (che purtroppo non è più attiva)

E’ una proposta di sinergia con le scuole, particolarmente elementari e medie che i questo periodo sono drammaticamente a corto di fondi.

Proponiamo loro, infatti, di raccogliere, oltre alle lattine di alluminio, carta stagnola, vaschette per gatti, pezzi di filo elettrico, pentole vecchie.

Purtroppo il prezzo del ferro è diminuito moltissimo e raccogliere e selezionare scatolette di tonno, pelati, fagioli, cibo per cani, piselli, funghi , coperchi di ferro di marmellata e conserve , non copre quasi le spese. Per questo motivo da fine marzo 2016 dobbiamo concentrarci solo sull’alluminio e il filo elettrico (rame). Tra l’altro non tutti hanno portato le scatolette alimentari pulite e questo ha comportato un lavoro di cernita enorme e non sempre gradevole da parte dei volontari (attualmente la sola Nicoletta).

 Questo sistema consente di creare una buona raccolta e quindi di poter vendere il materiale con maggiore frequenza, permettendo piccole entrate anche alle piccole scuole, che altrimenti non potrebbero mettere insieme una quantità che valga la pena trasportare per vendere.
L’80% circa del ricavato è a pro dell’Ospedale modulare di Gon-Boussougou ed in particolare per il Laboratorio di analisi.

Ovviamente preghiamo di consegnare il materiale pulito per motivi igienici.

Pin It on Pinterest

Privacy Policy